Chi ha problemi alla tiroide che tipo di dieta deve seguire ?

In caso di problemi tiroidei è sconsigliatissimo fare diete ” fai da te” ed è importante rivolgersi sempre ad un esperto. Per prima cosa la dieta deve essere normocalorica e normoproteico il regime alimentare deve essere vario ed equilibrato, mai fare diete ipocaloriche, troppo restrittive, senza carboidrati e/o iperproteiche. Fondamentale controllare l’indice glicemico  dei pasti, in quanto i picchi di insulina sbilanciano gli altri ormoni e aumentano l’infiammazione. Si può abbondare con i grassi  giusti: avocado e olio di oliva, grassi di animali allevati all’aperto che sono ricchi di omega 3 invece che di omega 6, tuorlo delle uova, grassi saturi a media catena come quelli dell’olio di cocco che entrano nel mitocondrio e stimolano il metabolismo. Sconsigliati e da eliminare sono invece i grassi industriali, gli zuccheri e i cibi con conservanti e additivi. E’ molto importante inoltre fare alla qualità e quantità delle proteine animali, prediligere sempre carne di animali ruspanti o selvatici, uova bio o di galline nutrite a granaglie, pesce pescato invece di quello allevato che è nutrito con sfarinati ricchi di omega 6 e soia. Evitare bevande eccitanti come il tè e il caffe che hanno effetto diuretico aumentando l’eliminazione di minerali e inoltre peggiorano la risposta dei reni allo stress. I legumi sono consigliati 1 o 2 volte a settimana e sono sempre da sono da valutare in base all’apparato digerente del paziente. L’ attività fisica è un pilastro: deve essere praticata con costanza. Ad esempio si può fare un allenamento breve e ad alta intensità per 2-3 volte alla settimana, con pieno recupero delle forze e camminando tutti gli altri giorni per drenare i liquidi. Evitare assolutamente tutti gli alimenti gozzigeni. È necessario curare inoltre curare l’intestino, riequilibrando la flora batterica, ma non è detto che i probiotici facciano bene perché ci potrebbe essere anche una sovra crescita batterica ed in questo caso sono utili le sostanze antibiotiche.