Cos'è la dieta chetogenica e come funziona?

La dieta chetogenica  è  un vero e proprio protocollo medico, è nata negli anni 20 per curare casi di epilessia nei bambini. L’idea di fondo della dieta chetogenica è che attraverso una dieta povera di carboidrati ma ricca di proteine e lipidi,si eviti l’accumulo di grasso, mantenendo costanti i livelli di insulina. Lo scopo è quello di abbassare i livelli di glucosio in modo che il corpo attinga altrove le energie, dai grassi, appunto. Se si segue un regime dietetico così strutturato aumentano le calorie bruciate e si stimola la secrezione di ormoni che favoriscono lo smaltimento del grasso e attenuano l’appetito. Questo tipo di dieta induce nell’organismo la formazione di corpi chetonici , sottoprodotti acidi derivati causati dall ‘ossidazione degli acidi grassi, vale a dire la mobilitazione e la combustione di grandi quantità di acidi grassi come risorsa energetica. In condizioni di grave carenza di glucosio, il corpo ricorre appunto ai corpi chetonici, che vengono prodotti normalmente in quantità minime e sono facilmente smaltibili. Se la produzione di corpi chetonici aumenta notevolmente, il loro accumulo nel sangue genera uno stato chiamato chetosi durante il quale il pH ematico si abbassa, con conseguente acidosi metabolica (tipica nei diabetici non trattati). Gli alimenti presenti in questo tipo di alimentazione sono cibi molto proteici: prosciutto, spek, bresaola, salmone, formaggio magro, fiocchi di latte, uova. Ancora, bistecca, cacciagione, carne affumicata, hamburger, salsiccia, agnello, pollo,  pane di segale, pistacchi,noci e mandorle.
Ovviamente questo tipo di alimentazione ha i suoi pro e contro. La perdita di peso è  garantita, ma la dieta chetogenica sottopone il corpo a un notevole stress e funziona solo nell’immediato. Una dieta priva di glucosio finisce con il sovraccaricare e intossicare l’organismo specie se fatta per un tempo prolugato. L’elevato apporto di grassi e proteine, poi, può creare non pochi problemi che si riversano su cuore e fegato. Ricordiamo poi che gli stessi risultati si possono ottenere con una normale e bilanciata dieta ipocalorica.