fbpx

APP CONTACALORIE: COSA SONO, PRO E CONTRO

Chi non ha mai scaricato, anche per semplice curiosità, una di queste applicazioni? Le app contacalorie permettono di conoscere e calcolare le calorie ed i macronutrienti assunti con ogni pasto o spuntino. È possibile attraverso di esse ricercare qualsiasi alimento, individuandone anche il brand nel caso di prodotti confezionati, per poi calcolarne i valori nutrizionali in base alla porzione ingerita. Così diventa possibile calcolare le calorie ingerite con un pasto o in un’intera giornata alimentare.

Si può anche calcolare  il dispendio calorico relativo alle diverse attività svolte, consapevoli, però, che si tratti meramente di stime e non di dati scientifici o calcolati con precisione. Di app contacalorie ne esistono numerosissime: ma quali sono i pro e i contro?

Pro: Un aspetto sicuramente positivo è rappresentato dalla possibilità di tenere traccia di ciò che si mangia, come un vero e proprio diario alimentare. In questo modo, qualora si abbiano difficoltà digestive, intolleranze o altri problemi, sarà più facile rintracciare le possibili cause alimentari del disturbo ed agire di conseguenza apportando adeguate modifiche al proprio regime alimentare.

Le app contacalorie permettono inoltre di migliorare la propria conoscenza degli alimenti, in modo tale da imparare a comprendere quali sono i macronutrienti che li compongono , la loro funzione e la nostra risposta organica ed essi.

Contro: Il controllo di tutto ciò che si introduce può portare ad un approccio alla dieta eccessivamente rigido. In casi estremi si può giungere persino a “dare ascolto” maggiormente a questa app rispetto alle sensazioni di fame e sazietà, perdendo di vista completamente il piacere legato ad una sana alimentazione.Un altro aspetto negativo è rappresentato dagli adeguamenti della dieta “fai da te”, apportati  nel caso in cui ci si renda conto di ingerire più di quanto si consuma, per esempio. Questi, se non si possiedono competenze in campo nutrizionale, possono essere operati a scapito di alimenti o categorie di macronutrienti che in realtà sono importantissimi per il nostro organismo. Quindi, come utilizzare le app contacalorie al meglio, senza far sì che il loro uso prenda il sopravvento sulla nostra capacità di ascoltare i segnali del nostro corpo?

Il mio consiglio è quello di utilizzare l’app sotto la guida di un professionista della nutrizione, come un diario alimentare, per scoprire nel tempo quali alimenti sono più graditi e più digeribili e al contrario quelli che risultano meno tollerabili, così da creare un regime alimentare davvero su misura.

Occorre inoltre ricordarsi sempre che i calcoli del dispendio calorico eseguiti tramite app sono  delle stime e l’unica metodologia attendibile per conoscere la propria composizione corporea e il proprio dispendio calorico è la bioimpedenziometria .