fbpx

LA DIETA AL TEMPO DELLO SMART WORKING

Per molti di noi da qualche mese la routine quotidiana è cambiata moltissimo, a causa dell’avvento dello smart working. Nonostante questa nuova modalità di lavoro possa offrire notevoli comodità, come la possibilità di conciliare meglio gli impegni con le necessità domestiche e familiari; in alcuni casi la tentazione del frigorifero a portata di mano, accentuata dalla “fame da stress”, hanno trasformato questa opportunità in un vero e proprio svantaggio.

Bastano però piccoli ma importanti accorgimenti per non prendere peso.

1.In primis occhio alla spesa: quando ci troviamo fra gli scaffali del supermercato la nostra mente opterà sempre per alimenti più grassi e zuccherini, considerandoli una valida ricompensa al termine del lavoro. Cerchiamo quindi di non acquistare questa tipologia di alimenti per evitare di cadere in tentazione, aumentiamo invece la scorta di frutta e verdura. Un’ottima strategia è quella di tenere sempre a disposizione, nel frigorifero, delle porzioni già pulite e lavate, pronte per essere consumate.

  1. Mai saltare la colazione! Iniziare la giornata con un pasto completo permette di ridurre le calorie giornaliere.
  2. Impegniamoci sempre a consumare 5 pasti al giorno. Saltare lo spuntino perché in quel momento non si ha molta fame, porterà inevitabilmente a mangiare di più durante i pasti principali.
  3. Impariamo a riconoscere e gestire la fame. Quando si ha cibo a portata di mano, come quando di lavora da casa, può succedere di mangiare di più, spinti da una fame che non è fisiologica ma emotiva. È importante quindi imparare ad identificarla e gestirla.
  4. Non abbandonare l’attività fisica! Ci si può allenare anche a casa o fare un po’ di attività all’aperto. Dedicare un’ora al giorno al proprio benessere permette di gestire al meglio lo stress che potrebbe invece avvicinarci al cibo. Non dimentichiamoci poi che solo con l’esercizio fisico e la giusta alimentazione si può raggiungere il deficit calorico che permette il dimagrimento!